Crea sito

Notizie aggiornate ogni ora, recensioni, anteprime, concorsi esclusivi e consigli per gli acquisti. Unisciti alla community!

Informazioni


Il Bloggatore

Contatti - Privacy Policy
/ 0

Recensioni

Life Is Strange: Episode 1 – Recensione

7 febbraio 2015

Life Is Strange: Episode 1

Data di uscita: 29/01/2015

Publisher: Square Enix

Sviluppatore: DONTNOD Entertainment

Piattaforme: Playstation 4, Xbox One, Playstation 3, Xbox 360 e PC

Lingua: Inglese

Recensione basata sulla versione per Playstation 4

Life Is Strange è un videogioco multipiattaforma composto da 5 episodi sviluppato dal team parigino Dontnod Entertainment e pubblicato da Square Enix.
La data di uscita del primo episodio è il 29 gennaio 2015, e prima di scrivere le mie opinioni ho spolpato a fondo questa prima parte per riflettere sulle potenzialità che il gioco ha e potrebbe dimostrare nel prossimo episodio.
Il gioco è disponibile su Playstation 4, Xbox One, Playstation 3, Xbox 360 e PC.
È possibile acquistare il season pass per ricevere tutti gli episodi al momento dell’uscita di ciascuno, oppure comprare un episodio alla volta.

Life Is Strange Episode 1

Max è una ragazza diciannovenne che frequenta il liceo nella città di Arcadia, negli Stati Uniti, e che durante una normalissima giornata scolastica scopre di avere un potere speciale: mandare indietro il tempo a suo piacimento.

Max Caulfield sarà così in grado di salvare vite, aiutare le persone in difficoltà . Ma potrà anche prendersi gioco di chi chi l’ha sempre trattata male, dare le risposte che i suoi professori si aspetterebbero da lei, e altre piccolezze.

Life Is Strange™_20150203112358

È un gran vantaggio, questo sì, ma spesso la situazione si complicherà, e i ragazzi di Dontnod hanno deciso di dar l’opportunità agli utenti – come sui recenti giochi di Telltale Games –  di scegliere  quello che Max deve fare, senza poter sapere immediatamente le conseguenze a cui andrà contro, ma lo scoprirà solo negli episodi successivi.

La possibilità di interagire con centinaia di oggetti e persone è molto interessante, e ogni foto, scritta o strumento ha una sua storia, che il gioco spiega molto dettagliatamente durante le numerosi riflessioni della ragazza adolescente.

La sceneggiatura e la narrazione riescono a trasmettere al giocatore tutto ciò che Max prova svolgendo determinate azioni e interagendo con i propri compagni di classe, e su questo gli sviluppatori hanno centrato in pieno quello che forse è difficile trasmettere nei giochi di oggi: le emozioni.

Life Is Strange™_20150203113739

Il legame che si formerà tra il giocatore e la ragazza sarà molto importante, perché istintivamente si prenderanno decisioni e iniziative che quella persona  prenderebbe se il problema si verificasse nella vita reale. Anche muovere gli oggetti, leggere giornali o parlare con determinate persone cambieranno le reazioni delle persone che si trovano intorno a Max, come scattare una foto di nascosto o frugare negli armadi delle stanze del dormitorio.

I dialoghi nel gioco sono adeguati e profondi, e ritraggono ciò che è il mondo dell’adolescenza ai tempi d’oggi, con parole forti, vizi e numerose citazioni – come quella di John Lennon all’inizio dell’episodio – che danno un tocco in più alla maestria utilizzata dagli autori all’interno di questo piccolo capolavoro.

Life Is Strange Episode 1

La colonna sonora di Life Is Strange è poi qualcosa di spettacolare (e potete ascoltarla qui): insieme alle citazioni presenti nel gioco, è la caratteristica che mi è piaciuta di più, perché è riuscita a trasmettermi tante emozioni, sopratutto durante qualche dialogo che fa riflettere sui problemi adolescenziali come la droga, la gelosia e il bullismo.

Appassionato di videogiochi fin da piccolo. Fondatore di AllYourGames!